LIBRERIA ANTIQUARIA XODO


CERVANTES Saavedra, Miguel de, The life and exploits of the ingenious gentleman Don Quixote de la Mancha. Translated from the original Spanish of Miguel Cervantes de Saavedra. By Charles Jarvis. London, Printed for J. and R. Tonson in the Strand, and R., 1742.

Due volumi in 4° (282 x 220 mm),pp. XXXII, VI, (2), 355, XII, 388, frontespizio allegorico inciso in rame, e 67 splendide tavole disegnate da John Vanderbank e incise da Gerard van der Gucht, Bernard Baron, Vertue, e Claude du Bosc, bei capilettera, testatine e finalini. Prefazione del traduttore, avvertimento sulle stampe di Jhon Oldfiel, reimpressione di 'The life of Michael de Cervantews Saavedra' con separato frontespizio datato 1738 e ritratto dell'autore disegnato da G. Kent e inciso da George Vertue. Legature in piena pelle con ai piatti duplice filetto in oro, i dorsi magistralmente rifatti con ricchi fregi e titoli in oro.
Prima edizione nella traduzione di Jarvis, artista e collezionista d'arte, in raffinata ed elegante impressione che è stata definita di stile molto vicina all'originale, anche per la bellezza delle tavole oltre che per la versione del traduttore che ha fornito la prima introduzione e analisi critica delle traduzioni precedenti. Venne frequentemente ristampata.
ODBN; RIUS, pp.261-262,

 


PRIMA TRADUZIONE ITALIANA
CARROLL LEWIS, Le avventure d’Alice nel paese delle meraviglie. Tradotte dall’inglese da T. Pietrocola-Rossetti. Con 42 vignette di Giovanni Tenniel.. Londra, Macmillan and Co, 1872

In-8° (cm. 18.5 x 10), pp. 12 n.n.,189, numerose vignette n.t. di G. Tanniel, tela editoriale arancione con titolo in oro al dorso, al piatto superiore triplice filetto in oro, al centro medaglione in oro raffigurante Alice che tiene in braccio un maialino, piatto posteriore triplice filetto in oro e al centro medaglione raffigurante testa di gatto. tagli in oro. Ottima copia. Esemplare fresco.
Prima edizione italiana nella rarissima prima tiratura stampata in lingua italiana a Londra da MacMillan and Co. (stesso editore della edizione originale inglese), tradotta da Pietrocola-Rossetti. Si distingue dalla più comune edizione in seconda tiratura per la tela liscia in colore arancione, sguardie verdi, tagli in oro e i piatti inquadrati da triplice filettatura in oro.
Vagliani P. Quando Alice incontrò Pinocchio, p.141


DANTE, DANTE con l’espositione di Christoforo Landino e di Alessandro Velluttello, sopra la sua comedia dell’Inferno, del Purgatorio, & del Paradiso. Con tavole, argomenti, & allegorie, & riformato, riveduto, e ridotto alla sua vera lettura per Francesco Sansovino.. Venezia, appresso Giambattista, Marchiò Sessa et fratelli., 1596

In-folio, cc.28, 392,4 cc. n.n. tra le pagg. 163 e 164, pergamena settecentesca. Testo dantesco in corsivo, circondato dal commento in carattere romano disposto su due colonne. Bella marca tipografica con il ritratto di Dante al frontespizio, iniziali xilografiche e 96 xilografie n.t. Sansovino curò questa bella ed apprezzata edizione della Commedia recuperando i commenti del Vellutello e del Landino. Le numerose illustrazioni che ornano il volume sono tratte dai legni dell’edizione del Marcolini del 1544. Celebre il ritratto al frontespizio di Dante da cui l’edizione è nota come “del Gran Naso” o del “Nasone”. Quest’edizione ebbe notevole credito sicchè ne fu replicata la stampa nel 1578 e nel 1596.
Bell’esemplare, fresco ad eccezione di alcune carte brunite dovute alla maggiore acidità della carta; al frontespizio e alla prima carta reintegrazione al margine bianco dovuta ad antica asportazione di firma. lavoro di tarlo dalla carta 233 alla carta 243, con perdita di alcune lettere nel commento. Altro lavoro di tarlo al margine inferiore bianco dalla carta 322 alla carta 329.
Mambelli, 40; Batines I pp. 91-92; Gamba 390.


Dante Alighieri. (Amos Nattini)., La Divina Commedia. Note illustrative di Dino Provenzal.. Milano, À la chance du bibliophile, 1958.

3 volumi in-folio (mm 350x255), pp. 442,443,467, 100 illustrazioni a piena pagina dai dipinti originali di Amos Nattini, legatura editoriale in piena pelle, fregi in oro ai piatti, titoli in oro ai dorsi, fermagli, in custoda. Uno dei 1500 esemplari su carta normale.
Nattini, Amos. - Pittore e disegnatore (Genova 1892). Come incisore Nattini ha avuto momenti di vera celebrità, come quando il Duce volle la Divina Commedia illustrata dall’artista quale omaggio ufficiale al Fuhrer, considerando Dante e Nattini massimi esempi del genio italico.
Alle cento tavole per la Commedia Nattini aveva lavorato per più di vent’anni, dal 1915 al ’39, creando un capolavoro che ebbe risonanza mondiale.
Non era per altro la sua prima grande impresa, visto che appena diciannovenne, aveva illustrato, in uno stile liberty di sapore raffinato, le Canzoni delle Gesta d'Oltremare di Gabriele d'Annunzio con il quale entra presto in contatto


Bartolini, Luigi, La caccia al fagiano. Firenze, Vallecchi, 1954.


In 4° (345 x 250 mm); pp.41, (11), brossura editoriale, etichetta rossa della cartella (mancante nel nostro esemplare) applicata al piatto sup. Edizione originale limitata a 200 copie firmate dall'autore e numerate, esemplare n. 24. In ogni copia sono inserite fuori testo 7 acqueforti tirate a mano dai rami originali e ognuna firmata in basso a destra. Mancano due carte che contenevano presumibilmente un occhietto e il frontespizio Le 7 acquaforti sono state incorniciate.

 

Share by: